Newsroom
18 Luglio 2022

Come scegliere una spin bike

La guida per scegliere la spin bike per allenarti a casa  

Dalla trasmissione al telaio, dall’ergonomia ai programmi di allenamento, ecco quali sono le caratteristiche tecniche da considerare per l’acquisto di una bici da spinning.

La spin bike è un attrezzo utilissimo e divertente per allenarti a casa e tenerti in forma facendo lavorare l’apparato cardiocircolatorio e gli arti inferiori. 

Adatte sia ai principianti che agli atleti più esperti, le bici da spinning sono l’evoluzione in chiave più sportiva delle cyclette e simulano la pedalata della bicicletta da corsa.

Bastano una base musicale e un programma di allenamento per svolgere un’attività fisica intensa e appagante, che contribuisca a bruciare calorie velocemente.  

Una bicicletta per fare spinning in casa deve essere soprattutto comoda e permetterti di mantenere a lungo e senza problemi la posizione distesa del ciclismo da corsa.

Per questo, quando devi acquistarne una ci sono alcuni criteri da considerare, per capire come scegliere quella più congeniale alle tue esigenze e allo spazio che hai a disposizione.  

Trasmissione 

La prima scelta va fatta sulla trasmissione, che nelle spin bike migliori è ben che sia a ruota fissa, ovvero il sistema in cui il movimento del volano è vincolato a quello dei pedali.

Il che vuol dire che quando rallentiamo la corsa o la fermiamo interrompendo la spinta, il volano mantiene una forza d’inerzia che continua a far girare i pedali (e le nostre gambe).

A differenza delle normali cyclette, questo tipo di bici ti permette anche di pedalare all’indietro, funzione utile per chi deve fare particolari allenamenti su ritmo e muscoli e per chi sta facendo esercizi di riabilitazione. 

La trasmissione a ruota fissa è quindi il sistema per eccellenza delle spin bike, che devono garantire un movimento fluido e diverse modalità di pedalata, per variare il più possibile l’allenamento, come ad esempio la Spin Bike SPX-1 di Carnielli. 

Volano 

L’altro elemento chiave della spin bike è il volano, che serve a simulare la pedalata di una bici. Nella scelta, bisogna fare attenzione al suo peso. 

In generale devi tenere conto che più il volano è pesante, più fluida sarà la pedalata, quindi la decisione dipende sempre dal tipo di allenamento che vuoi fare con la bici da spinning. 

Un volano più pesante è adatto a sessioni intense, perché consente di spingere sui pedali con alte frequenze e di variare lo sforzo mantenendo fluidità; è inoltre indispensabile se prevedi un allenamento in piedi sui pedali in cui non si perda ritmo. 

Un volano leggero (fra i 6 e i 10 kg) è più facile da gestire e risulta adatto a un’attività leggera e moderata. 
Nel complesso, le migliori spin bike hanno un volano che pesa dai 15 kg in su, come la Spin Bike SPX-3 di Carnielli. 

Freni 

Se fino a qualche tempo fa la maggior parte dei sistemi frenanti era a resistenza magnetica, ora si è passati alla soluzione del tampone in feltro: sono altrettanto efficaci e hanno il vantaggio di poter essere sostituiti quando sono logori.   

Sella e manubrio 

L’ergonomia nella spin bike è importantissima per evitare di sollecitare troppo la schiena e le zone di appoggio. Così la combinazione sella-manubrio va valutata con attenzione, per poter assumere la tua posizione ideale di allenamento, personalizzandola il più possibile.  
Oltre a essere regolabile in verticale, è bene che la sella lo sia anche in orizzontale, in modo da trovare la posizione giusta rispetto al manubrio. Deve poi adattarsi al tuo peso ed essere comoda, per evitare dolori muscolari e vertebrali: prediligi le selle strette e allungate con la scanalatura nella parte centrale.

In ogni caso, deve essere possibile sostituire la sella standard con con altri modelli che ritieni più adatti a te. 

Lo stesso discorso vale per il manubrio: deve essere regolabile in altezza e offrire diversi tipi di impugnature per gli spinman più esigenti. Fra l’altro, questo permette di poter condividere facilmente la bici con altre persone. 

Resistenza 

Le migliori spin bike hanno un sistema di regolazione dell’intensità della pedalata per variare l’allenamento, sollecitare i muscoli cambiando ritmo e mantenere alto lo sforzo cardiovascolare.  

Prova sempre la bici per valutarne la fluidità nel cambio di velocità, verificando che non proceda a scatti. Un buon sistema può avere 16 livelli di regolazione dell’intensità. 

Telaio

La struttura della bicicletta da spinning è in genere piuttosto standard, con telaio a V e variazioni sul tema in base al design. L’importante è che si tratti di un telaio solido, stabile e bilanciato. In questo senso non va sottovalutata l’importanza degli appoggi a terra, che servono a fissare bene al pavimento la bici ed evitare piccoli sbilanciamenti mentre pedali; controlla che non manchino delle rotelline, utili per spostare facilmente la bici. 

Opta per telai robusti in acciaio ad alto spessore, possibilmente verniciato con polveri ad alta resistenza. 

Computer di bordo 

Una cyclette dedicata allo spinning non è completa senza un computer di bordo che permetta di impostare il programma di allenamento.

Le funzioni più importanti che non possono mancare nel software sono il calcolo del tempo, della velocità (con i giri al minuto) e della distanza (dislivelli compresi), il rilevamento delle calorie bruciate, dei watt erogati e della frequenza cardiaca. 
Il battito cardiaco può essere rilevato in due modi: attraverso sensori sul manubrio o tramite una fascia cardiaca con trasmettitore wireless.

Anche se più scomodo, questo sistema è in genere più affidabile e permette di non perdere la misurazione del battito quando ti alleni a mani libere o vuoi cambiare posizione sul manubrio.